MOZZATE, SABATO 20 SETTEMBRE

 

 

 

COMO – SEZIONE SEPRIO

 

COMUNE DI MOZZATE

 

Sala del Consilio,Piazza Carnaggia, 2

 

SABATO 20 SETTEMBRE

 

dalle ore 9.00 alle ore 13.00

 

Anpi Seprio in collaborazione con il Comune di Mozzate, il Comune di Gorla Maggiore, ANPI Provinciale di Como, Cooperativa di Studio e Ricerca Sociale Marcella Onlus, Comitato Mozzatese Ambiente e Salute

organizza un seminario regionale su:

Ambiente e territorio: Il futuro

delle discariche di Mozzate

dedicato a Laura Conti

 

In Italia finiscono in discarica 222 kg d’immondizia pro-capite l’anno. In Germania uno. E l’Ue ci boccia con 27 procedure d’infrazione in campo ambientale. Italia rimandata in ambiente a Bruxelles. Su 116 procedure d’infrazione aperte dalla Commissione nei confronti del nostro paese, ben 27 riguardano il mancato recepimento o rispetto di norme ambientali.Tra queste spiccano le quattro in materia di rifiuti. È qui che l’Italia rischia maggiormente di essere condannata dall’alta Corte europea.

Insomma, oltre al danno ambientale anche la beffa economica. Perché, seppur le direttive comunitarie stabiliscano che il conferimento in discarica dovrebbe considerarsi un’opzione residuale, nel Belpaese è ancora la prima soluzione al problema dei rifiuti.

In Italia ci sono ancora 186 impianti attivi, di cui 102 fuori legge; 23 discariche abusive, 28 siti non autorizzati e otto aree inquinate.

La regione con il maggior numero di impianti è l’Emilia Romagna (18), seguita da Piemonte (16), Sicilia, Toscana e Trentino Alto Adige (14). L’articolo 14 della direttiva 1999/31 dell’Ue stabilisce che tutte le discariche devono essere oggetto di provvedimenti di chiusura o rese conformi alla direttiva entro luglio 2009. Così non è stato e l’Italia è in corsa in due procedure di infrazione, la 2011/2215 e la 2003/2077.

(da: La nuova ecologia, del 25/7/2014)

 

ore 20,30

piazza Carnaggia

concerto de I SETTEGRANI