SCIOPERO DEL 1° MAGGIO

L’ ANPI DI COMO CON I LAVORATORI DEL COMMERCIO IL 1° MAGGIO

La lettera che l’Anpi di Como ha inviato a Cgil, Cisl, Uil sullo sciopero del commercio del  1°  maggio. Nel testo l’associazione «esprime la più totale e incondizionata solidarietà ai lavoratori del commercio e alle organizzazioni sindacali che hanno indetto lo sciopero». leggi nel seguito dell’articolo il testo integrale della lettera.

«Cari compagni, cari amici, la nostra Associazione esprime la più totale e incondizionata solidarietà ai lavoratori del commercio e alle organizzazioni sindacali che hanno indetto lo sciopero del 1° maggio p.v.

La nostra Associazione nei giorni scorsi è stata oggetto di un inaudito e grave attacco da parte del sindaco di Como che in occasione delle celebrazioni del 25 aprile ha provocato i partecipanti e tolto il microfono agli oratori. L’Anpi è una organizzazione composta da ex partigiani e antifascisti ed ha come valore supremo i valori contenuti nella Costituzione repubblicana e antifascista. Ciò detto, rispetto alle provocazioni del 25 aprile, riteniamo più grave l’attacco portato avanti in questi giorni alla festività del 1° maggio che rappresenta una data simbolica in tutto il mondo.

Il 1° maggio è il simbolo delle lotte per le otto ore di lavoro e per il diritto a costituire organizzazioni rappresentative dei lavoratori. Mettere in discussione il 1° maggio significa mettere in discussione le lotte dei lavoratori che presero avvio alla fine dell’Ottocento e la stessa civiltà del lavoro»

Guglielmo Invernizzi, presidente dell’Anpi di Como