MILANO, 26 FEBBRAIO

VENERDI’ 26 FEBBRAIO – ORE 17,30

MILANO, VIA DELLE ORE, 3

FONDAZIONE CULTURALE AMBROSIANEUM ( Sala Falk)

Daniele Corbetta presenterà il suo libro:

RIBELLE PER AMORE

Don Gnocchi nella Resistenza

coordinatore:

Marco Tarquinio, direttore de ” L’ AVVENIRE”

interverranno:

Valentina Soncini, docente di stopria, filosofia e teologia fondamentale

Edoardo Bressan, docente universitario di storia contemporanea

Mons. Giovanni Barbareschi, amico ed esecutore testamentario di Don Gnocchi

Mons. Angelo Bazzani, presidente della Fondazione Don Gnocchi

Conclusioni:

Marco Garzonio

GRAVE EPISODIO ALL’ UNIVERSITA’ STATALE

Nella sede di Festa del Perdono dell’Università Statale di Milano, una ventina di Hammer Skin legati al gruppo Alpha (gruppo universitario di estrema destra) si sono resi protagonisti di diverse azioni dagli evidenti metodi squadristi come lanci di sedie all’interno delle aule studio e delle biblioteche e vere e proprie aggressioni fisiche. Girando per i locali dell’Università hanno aggredito chiunque potesse sembrare “di sinistra”: ad ora 3 gli episodi certi di aggressioni ad attivisti appartenenti a diverse aree del movimento Milanese (qualcuno lievemente contuso) da cui ci giungono notizie ma non è definibile il numero degli studenti coinvolti.

L’  Anpi è stanca di segnalare alle autorità competenti – cieche e sorde ad ogni nostro appello – il crescente clima di violenza ad opera di gruppi dell’ ultradestra. Sopratutto nelle scuole superiori e nelle università si è giunti ad episodi continui di intimidazioni ed aggressioni. Se questi attacchi non saranno fermati, e come giusto puniti, il rischio di una estremezzazione della dialettica politica, come quello degli anni settanta, è purtroppo certo.

http://milano.repubblica.it/cronaca/2016/02/22/news/fascisti-133980770/

NUOVO COMUNICATO ANPI NAZIONALE

L’ANPI Nazionale: “Matteo Salvini il 25 aprile troverà le piazze piene. La storia merita rispetto, non è al servizio di battaglie politico-partitiche”

Abbiamo appreso di una conferenza stampa di Matteo Salvini, in cui è stata annunciata per il 25 aprile una “manifestazione di liberazione” dal Governo. Teniamo a sottolineare che la storia, in particolare quella che riguarda episodi decisivi per la libertà e la democrazia, non è al servizio di battaglie politico-partitiche; e merita, prima di tutto, rispetto. Tant’è che il 25 aprile è stato dichiarato Festa nazionale, di una Liberazione specifica, quella che ha aperto le porte della democrazia al nostro Paese, consentendo perfino a qualcuno di fare dichiarazioni che hanno il sapore della provocazione. Il 25 aprile le piazze italiane saranno piene, come sempre, ma di cittadine e cittadini liberi che festeggeranno un evento che dovrebbe accomunare l’intero Paese. E’ a queste piazze che Salvini pensa di contrapporsi con la sua “manifestazione”? Forse è meglio considerare la sua una semplice battuta, per di più di dubbio gusto, che nessuno oserebbe fare, in Francia, a riguardo del 14 luglio e negli USA, nella Giornata del Ringraziamento.

 

LA SEGRETERIA NAZIONALE ANPI

Roma, 18 febbraio 2016

COMUNICATO ANPI NAZIONALE

COMUNICATO STAMPA

In merito alla vicenda della realizzazione di un “museo del fascismo” a Predappio, precisiamo che l’ANPI ha partecipato alla discussione sul progetto di ristrutturazione di un edificio cadente esclusivamente come osservatrice. La nostra posizione è di ferma contrarietà a qualsiasi iniziativa celebrativa del fascismo. Altro sarebbe – ad esempio – l’ipotesi di dar vita ad un centro studi sulle dittature del Novecento che evidenziasse, in particolar modo, l’aspetto preponderante del fascismo ossia gli atroci crimini commessi nel corso di tutta la sua esistenza.

LA SEGRETERIA NAZIONALE ANPI

 

Roma, 17 febbraio 2016